Enrico M. Di Palma

I. Il soggetto

Mercoledì 13 aprile: primo incontro del nostro laboratorio, primi pionieri dell’utopia raccolti intorno a Enrico Di Palma, prime discussioni, prime letture, prime scritture. Primi passi verso l’utopia!

13 aprile_1

Parole chiave: soggetto, identità, autobiografia, autonarrazione, memoria

Durante la prima giornata Enrico ha cercato di sollecitare l’istintiva capacità narrativa dei ragazzi, attraverso una serie di esercizi che hanno attinto dalla memoria e dall’identità dello scrittore.13 aprile_6  I ragazzi hanno allenato il muscolo del ricordo, ricostruito la storia del proprio nome, e attraverso il confronto con il gruppo, elaborato delle presentazioni di sé, che sono già delle storie. Come primo passo verso l’Utopia, hanno poi anche cercato di proiettare il loro sé verso il futuro, con riflessioni scritte a tema “cosa voglio essere?”. Il tema dell’identità è stato così anche un espediente per favorire la loro conoscenza reciproca e iniziare a condividere un bacino di esperienze, vissuti e prospettive.

13 aprile_2

13 aprile_5


II. Le emozioni

Mercoledì 20 aprile, secondo appuntamento, seconda tappa di avvicinamento all’utopia: l’utopia si avvicina e il gruppo cresce, in numero, relazioni, affiatamento. Utopia goes on!

20160420_163144

Parole chiave: sensazioni, emozioni, autoanalisi, valori, sentimenti.

Utilizzando lo stesso metodo del primo incontro, Enrico ha cercato e utilizzato materiale narrativo non ancora all’esterno, ma a partire dall’interiorità. La lezione è partita con il classico esercizio del “foglio bianco”, per obbligare i ragazzi alla riflessione sulla sensazione pura, sull’emozione, sull’aspettativa, sul pensiero libero e destrutturato. 20160420_154101Successivamente, i ragazzi hanno continuato con l’esplorazione dei propri gusti, di ciò che piace e che non piace, per arrivare a ragionare sul rapporto che c’è fra sensazione, gusto e valore. Infine, una riflessione, di nuovo proiettata verso il futuro, riguardo i valori che si vorrebbero nella propria società ideale.

20160420_163009

 

20160420_153224

20160420_153235


III. Il gruppo

Mercoledì 27 aprile: dalle identità, dalle emozioni, il percorso dei nostri ragazzi approda ora alla tappa del gruppo. L’utopia diventa sempre più sociale, la discussione si allarga e i suoi orizzonti si aprono: sempre più concreti!

20160427_154754

Parole chiave: condivisione, costruzione, ascolto, confronto, dibattito.

Al terzo incontro, quando il gruppo aveva ormai raggiunto una certa solidità, Enrico ha cercato di integrare i materiali soggetti all’interno di una cornice “sociale”, condivisa.20160427_154724 I nostri  inguaribili utopici hanno così preso spunto dalla lettura e dalla presentazione di un dilemma morale, che ha messo in campo i temi della contrattazione, della condivisione e della proprietà: non esistendo una “risposta giusta”, Enrico ha invitato tutti a esplorare, attraverso la scrittura, soluzioni alternative, creative, “laterali”.Il cardine della riflessione è stata la negoziazione, la ricerca di una “soluzione” socialmente accettata, tanto all’interno del dilemma morale quanto nel gruppo.

20160427_154804

20160427_154732


IV. Il luogo

Mercoledì 4 maggio, quarto incontro. Armi della scrittura pronte per entrare nel vivo del discorso, gruppo affiatato, menti concentrate: i nostri prodi, giovini e impavidi bucanieri dell’utopia hanno  scritto e immaginato di realtà urbane e città ideali. Siamo quasi al cuore dell’utopia, manca poco!

20160504_153509

Parole chiave: luogo, concettualizzazione

L’Utopia è innanzitutto un luogo. Affrontate le identità, individuati i valori, sperimentati i vincoli sociali, abbiamo fatto costruire a ciascun ragazzo la propria “Città invisibile”. 20160504_154851Partito da esercizi di osservazione e descrizione, che attingevano dall’ambiente circostante o dalla memoria dei partecipanti, Enrico ha poi guidato i nostri prodi utopici a proiettare la scrittura verso la fantasia e la concettualizzazione delle proprie aspettative future: “come sarebbe la mia città ideale?”

20160504_154905

20160504_153459

20160504_153522


V. L’utopia

Mercoledì 11 maggio, ultimo appuntamento del ciclo di lezioni di Enrico. Tra metaforizzazione e creatività abbiamo tirato le somme degli incontri precedenti, riprendendo tutti i temi toccati e arrivando al cuore dell’utopia. 

13165926_950221161763062_1341580305916317742_n

Parole chiave: metaforizzazione, creatività

Persone, valori, politiche e luoghi sono stati messi in campo, e i ragazzi hanno così potuto costruire la loro personale Utopia: l’alchimia fra i vari elementi è stata sperimentata, cercando coerenza letteraria, narrativa e contenutistica.

13179027_950221148429730_6673110075335379742_n 13174043_950221141763064_1502477689444771963_n